Amministrazione Comunale

 

IL SINDACO

Secondo l'art. 50 del D. Lgs. n. 267/2000 (testo unico degli enti locali), il Sindaco è l'organo responsabile dell'amministrazione del comune. In particolare, rappresenta l'ente, convoca e presiede la giunta, nonché il consiglio comunale, sovrintende al funzionamento dei servizi e degli uffici e all'esecuzione degli atti, esercita le funzioni che gli sono attribuite dalle leggi, dallo statuto comunale e dai regolamenti.

 

Il Sindaco è ila Dott.ssa SETTE ELISA, eletta con la lista civica “VENEZZE FUTURA - ELISA SETTE SINDACO” nelle consultazioni amministrative dei giorni 3 e 4 ottobre 2021

 

IL CONSIGLIO COMUNALE

Il Consiglio Comunale è l’organo collegiale con funzioni di indirizzo e di controllo politico e amministrativo del Comune: è presieduto dalla Sindaca, ed è composto, oltre che dalla Sindaca stessa, da 13 consiglieri, 4 donne e 9 uomini.

 

Si riunisce in seduta pubblica presso la Sala consiliare sita nel Municipio di San Martino di Venezze, Piazza Aldo Moro, 1 (o in alternativa presso il FORUM SAN MARTINO in Piazzale S. Pertini, 1). A causa delle restrizioni imposte dalla diffusione del Virus Covid 19, diverse sedute si sono svolte e potranno svolgersi in videoconferenza. Quasi tutte le sedute vengono registrate e pubblicate integralmente in video sul canale YOUTUBE del Comune.

 

LA GIUNTA COMUNALE

Secondo l'art. 48 del d. lgs. 267/2000 (testo unico enti locali) la Giunta Comunale collabora con il Sindaco nel governo del comune ed opera attraverso deliberazioni collegiali.

 

Compie tutti gli atti rientranti nelle funzioni degli organi di governo, che non siano riservati dalla legge al Consiglio Comunale e che non ricadano nelle competenze, previste dalle leggi o dallo statuto, del Sindaco o degli organi di decentramento; collabora con il Sindaco nell'attuazione degli indirizzi generali del Consiglio Comunale; riferisce annualmente al consiglio sulla propria attività e svolge attività propositive e di impulso nei confronti dello stesso; adotta i regolamenti sull'ordinamento degli uffici e dei servizi, nel rispetto dei criteri generali stabiliti dal consiglio.